Of Counsel
Steven Powles QC

Steven Powles è un avvocato penalista specializzato in crimini internazionali, estradizione e diritti umani che esercita stabilmente a Londra presso Doughty Street Chambers.

Steven opera nel campo dei crimini internazionali da quasi vent’anni. Ha inizialmente lavorato come assistente legale di un giudice del Tribunale penale internazionale per l’Ex-Jugoslavia (ICTY) e poi come delegato di Trinidad e Tobago nei negoziati internazionali riguardanti l’istituzione della Corte penale internazionale (ICC).

Steven si è occupato di molti casi pendenti dinanzi alle principali istanze internazionali (fra le quali: la Corte penale internazionale, il Tribunale penale internazionale per l’Ex-Jugoslavia, la Corte speciale per la Sierra Leone). Ha rappresentato anche molte vittime di crimini internazionali o interni, assicurando loro un rimedio risarcitorio ai pregiudizi subiti. Inoltre, presta regolarmente la propria consulenza a diverse ONG e associazioni di vittime di reato, per quanto concerne le azioni percorribili nei confronti dei responsabili.

In precedenza, ha ricoperto il ruolo di esperto nella Legal Advisory Section della International Independent Investigation Commission delle Nazioni Unite, occupandosi delle indagini relative all’omicidio del Primo Ministro Rafik Hariri a Beirut, Libano.

Steven Powles ha svolto molte docenze nel Regno Unito e all’estero in materia di diritto penale internazionale, diritti umani e diritto internazionale. É coautore di uno dei principali manuali per professionisti nel campo dei crimini internazionali, “International Criminal Practice” (OUP), ed è a capo dello studio legale Doughty Street International. Conta più di 100 apparizioni televisive e radiofoniche su CNN, BBC World, BBC News 24, Sky News, ITN news, Channel 4 News, The World Today.

Chambers and Partners 2017: “Experienced international criminal lawyer … particularly well versed in handling matters relating to human rights, false imprisonment and war crimes.”

Legal 500 2016: “Very intellectually and practically able.”