Of Counsel
Roberta Barberini

Già Sostituto procuratore generale presso la Corte di cassazione fino al 2020 e prima presso la Corte di appello di Roma, Roberta Barberini ha maturato una vasta esperienza nel settore del diritto internazionale sia nella attività giurisdizionale che nella qualità di esperto giuridico presso il Ministeri della giustizia e degli affari esteri nonché presso la Rappresentanza permanente d’Italia presso le Nazioni Unite di Ginevra.

Ha rappresentato l’Italia in riunioni internazionali ove venivano negoziati, di volta in volta, trattati, raccomandazioni, linee guida, risoluzioni in materia di terrorismo, crimine organizzato, droga, corruzione, riciclaggio e altro, in svariati ambiti internazionali, a cominciare da Nazioni Unite e Unione Europea. Ha, in particolare, presenziato, quanto alle Nazioni Unite, a sessioni della terza e sesta commissione della Assemblea generale, della Commissione per la prevenzione del crimine, delle Commissioni Tortura e Diritti umani.

Roberta Barberini ha negoziato molti strumenti internazionali contro il crimine ed il terrorismo, a partire dalle Convenzioni N.U. contro il crimine organizzato transnazionale, contro la corruzione, e contro il finanziamento del terrorismo. Ha partecipato, per l’Unione Europea, a programmi e missioni di assistenza tecnica a paesi terzi nel contrasto al crimine (Macedonia, Turchia, Indonesia, Montenegro). Anche presso gli Uffici in cui ha prestato servizio, a cominciare dalla PG presso la Corte di cassazione, ha riversato nella attività giurisdizionale nonché – con riferimento alle PG distrettuali – nel ruolo di coordinatrice del servizio di cooperazione internazionale, l’esperienza acquisita nel settore internazionale.

È stata rappresentante di Eurojust e della Rete giudiziaria, nonché Focal Point italiano per la Revisione della attuazione della Convenzione contro la corruzione delle Nazioni Unite.

Collabora regolarmente con Università, Scuole di formazione ed Istituti, tra cui la Scuola superiore della magistratura, su vari temi di rilievo internazionale. È autrice di numerose pubblicazioni in materia di cooperazione penale internazionale, crimine organizzato e terrorismo, tra cui un Codice commentato di strumenti internazionali e nazionali in materia di terrorismo ed un saggio, edito da Einaudi, dal titolo ‘’Il giudice e il terrorista’’.