SCRIVICI:         SEGUICI:        

Annullato il regolamento che disciplina la procedura di abilitazione scientifica nazionale per l'accesso al ruolo dei professori universitari

Con sentenza 3 novembre 2015, n. 12407, la Terza Sezione Bis del TAR Lazio ha annullato il DPR 14 settembre 2011, n. 222, che regola la procedura di abilitazione scientifica nazionale, nella parte in cui prevede che la Commissione nazionale per l’abilitazione alle funzioni di professore universitario deliberi a maggioranza dei quattro quinti dei suoi componenti (art. 8, c. 3).

Il DPR n. 222/2011, emanato in esecuzione della legge n. 240/2010 (art. 16, comma 2), ha introdotto la necessità di una inedita maggioranza dei 4/5 per le deliberazioni assunte dalle Commissioni competenti, senza che ciò fosse previsto dai puntuali criteri dettati dalla predetta legge e ai quali il regolamento di delegificazione avrebbe dovuto conformarsi, e ponendosi inoltre in contrasto con una lunga e consolidata tradizione legislativa che in materia di concorsi universitari ha sempre seguito la fisiologica regola maggioritaria sulla formazione della volontà degli organi collegiali.

Ritenuta illegittima la disposizione regolamentare sul computo della maggioranza, il TAR Lazio ha conseguentemente annullato il giudizio negativo espresso a minoranza dalla Commissione per l’abilitazione nei confronti di un professore universitario, difeso dall’Avv. Prof. Fares e dall’Avv. Avola Faraci, che aveva ottenuto il voto favorevole di tre commissari su cinque.